THERE IS NO TIME TO ENJOY THE SUN

curated by Federico Del Vecchio

 

 

INFO
Ingresso libero
Prenotazione obbligatoria entro il 12.05 scrivendo a: rsvp@fondazionemorragreco.com
La mostra è aperta dal Mercoledì al Venerdì dalle 11.00 alle 18.00
Sabato dalle 10.00 alle 14.00

TOUR VIRTUALE
Clicca sul piano per visitare la mostra:
Piano -1
Piano 0
Piano 1
Piano 2
Piano 3

13052021 \\ 30062021

There is No Time to Enjoy the Sun è il titolo di una mostra realizzata nel contesto di Progetto XXI, in collaborazione con la Fondazione Morra Greco e a cura di Federico Del Vecchio. La mostra, prima tappa di un progetto espositivo più ampio che intende dare spazio alle voci dell’arte contemporanea del territorio campano, intitolato “Sistema Campania per l’arte contemporanea”, presenta una collettiva di artiste e artisti locali della generazione degli anni ‘80 e ’90.

Partendo dall’assunto che a Napoli è possibile compiere l’esperienza del perdersi in un labirinto e aprire nuove strade allo sguardo, il percorso espositivo, quasi un montaggio cinematografico per gli improvvisi scarti visivi, mette in gioco le modalità espressive e gli immaginari di una ventina di artiste e artisti, che hanno accolto l’invito a riflettere insieme sul territorio che abitano, proprio nel periodo emergenziale che da più di un anno ha coinvolto l’intera collettività e in particolare l’ambito della cultura e dell’arte.

“In principio è l’energia” è il concetto che muove la narrazione della mostra, basata sulla teoria di George Bataille secondo la quale il sole, dal cosmo, irradia sulla Terra più energia di quanta in realtà possa assorbirne, producendo un’eccedenza che si traduce da una parte nell’effervescenza della vita e nell’altra nella distruzione, se tale eccesso non viene limitato (Georges Bataille, La parte maledetta preceduto da La nozione di dépense, Bollati Boringhieri, Torino, 2015). E’ su questa energia cosmica che l’arte interviene, diventando una sorta di catalizzatore di visioni per leggere il presente e costruire il futuro e Napoli, città che muove dal basso, dall’oscurità più profonda per aprirsi completamente al sole, è il luogo ideale per far nascere e far esplodere quella forza energetica, arcaica, che proviene dalla Terra, per creare spazi oltre i confini del quotidiano di valenza cosmica.

Artisti
ALESSANDRO BAVA, 1988
VERONICA BISESTI, 1991
ANDREA BOLOGNINO, 1991
DIEGO CIBELLI, 1987
EFFE MINELLI, 1988
CLAUDIO COLTORTI, 1989
CARMELA DE FALCO, 1994
ANTONIO DELLA GUARDIA, 1990
GIULIO DELVE’, 1984
THEO DREBBEL, 1990
MAURIZIO ESPOSITO, 1982
GIORGIA GARZILLI, 1992
RENATO GRIECO, 1991
REBECCA MOCCIA, 1992
RAFFAELA NALDI ROSSANO, 1990
PAOLO PUDDU, 1986
ROBERTO PUGLIESE, 1982
CAMILLA SALVATORE, 1993
AMBRA VIVIANI, 1993

Digitalizzazione
OFFICINE 21 CONSULTING NAPOLI

Fotografia
MAURIZIO ESPOSITO

In foto
PAOLO PUDDU
LE SCULTURE DEL VICINO SONO SEMPRE PIÙ VERDI, 2021

Progetto grafico
ANTONELLO COLAPS • DOPOLAVORO